Cliente
  • FMsT Fondazione Museo storico del Trentino

Collaborazione

  • Weber + Winterle Architetti

Fotografie

  • Jacopo Salvi
Anno
  • 2017
Dove
  • Trento – Palazzo di Giustizia

La trasformazione delle prigioni di Trento nell’Ottocento.

La mostra racconta la trasformazione dei luoghi di detenzione nella città di Trento nella seconda metà dell’Ottocento, che investono una serie di modificazioni istituzionali ed urbanistiche. I luoghi di prigionia “originari” costituiti dalle torri medioevali della città, vengono abbandonati con la costruzione del nuovo Tribunale e del relativo Carcere che andranno ad occupare una nuova area urbana, risultato dell’abbattimento delle mura ad est della città. Per contenere i diversi temi della narrazione storica l’allestimento propone un sistema di torri in legno verniciato di nero, chiuse ed impenetrabili. Da una singola finestra, per ogni torre, si possono scorgere i testi e le immagini che costruiscono i singoli temi della mostra, alludendo al microcosmo che ogni carcerato ricostruisce nella propria cella. Al centro dello spazio definito dalle torri, su un tavolo sono esposti i disegni originali del progetto del nuovo Tribunale e delle Carceri della città.

“Dove a scacchi si vede il bel sol”.